Portfolio

Palazzo Montedoria

Il progetto

’edificio si affaccia su via Pergolesi a Milano ed è composto da due corpi diseguali coperti da un rivestimento ceramico, tipico dell’architettura milanese. Il progetto originale, ad opera dell’Architetto Giò Ponti,  risale al 1963. Il palazzo si dissocia dagli schemi architettonici tipici degli anni Sessanta ed è caratterizzato dalla spiccata luminosità delle facciate su cui poggiano le piastrelle in clinker dalla texture irregolare, e dove le aperture delle finestre sono complanari al filo esterno. I corpi aggettanti in facciata movimento ulteriormente l’immagine del palazzo.

Il palazzo è destinato oggi ad uso uffici e si eleva per 9 piani fuori terra, mentre i 3 livelli  interrati sono adibiti a parcheggio auto e deposito. La certificazione BREEAM In Use livello “Good” ha interessato le aree comuni del palazzo che si estendono su di una superficie di 1.168 metri quadrati.

BREEAM In Use (BIU) è il percorso sviluppato per l’ottimizzazione delle operazione di gestione di edifici esistenti. Palazzo Montedoria ha ottenuto la certificazione “Good” per la sezione relative alle Asset Performance - Common Areas.

Cuore di BIU (BREEAM In Use) - Parte 1 è la valutazione della performance, della sicurezza e del complesso degli impatti potenziali della struttura, nonchè sull’insieme dei suoi sistemi tecnologici. Tra gli aspetti specifici considerati, la trasmittanza dell’involucro, la luce naturale negli ambienti interni, le performance degli impianti tecnologici, elettrici ed idrico sanitari, la vicinanza del palazzo a servizi urbani e ai trasporti, la gestione differenziata dei rifiuti ed i sistemi di sorveglianza.


Immagini

Mercoledì, 16 Maggio 2018 - Ultima modifica: Martedì, 04 Settembre 2018