Aperto il Tavolo di Lavoro del Partenariato Pubblico Privato (PPP)

Giovedì 20 febbraio si è riunito il primo Tavolo di Lavoro del Partenariato Pubblico Privato (PPP), organizzato da Habitech.

Rovereto, 20 Febbraio 2020

Giovedì 20 febbraio si è riunito il primo Tavolo di Lavoro del Partenariato Pubblico Privato (PPP), organizzato da Habitech, che ha visto la partecipazione attiva di diversi Soci del Distretto con la collaborazione di Studio Cavaggioni, PPP School e Sinloc Spa.

Il Partenariato Pubblico Privato (PPP), spesso visto come la soluzione strategica ideale per rilanciare la spesa infrastrutturale del paese, rappresenta attualmente in Italia un settore tanto discusso quanto poco conosciuto.

In questo contesto, Habitech e i propri Soci hanno voluto mettere a fattore comune le reciproche conoscenze e idee sul tema dei PPP,  dialogando con diversi esperti: l’arch. Paolo Chiappero, ideatore della proposta PPP School, che ha presentato la sua proposta di partenariato per l’edilizia scolastica; l’avv. Pasquale Colantuoni dello Studio Cavaggioni, studio che da anni affianca le Pubbliche Amministrazioni con servizi di carattere tecnico-giuridico, economico-finanziario, fiscale e amministrativo e con esperienza nella gestione di PPP; il dott. Martino Panighel e la dott.ssa Mara Bernardini di Sinloc Spa, società di consulenza e investimento che opera su tutto il territorio nazionale soprattutto per la realizzazione di infrastrutture locali, investimenti diretti in progetti PPP e favorendo l’accesso e l’utilizzo efficace di fondi europei.

Nel corso del pomeriggio, diversi temi sono stati sollevati e discussi con grande interesse da parte di tutti i partecipanti, quali l’importanza della relazione e del dialogo con le pubbliche amministrazioni e aspetti contestuali del mercato dell’edilizia pubblica italiana. Il dibattito si è molto focalizzato sugli aspetti che spesso vengono considerati “critici”, quali la difficoltà di accesso al credito e le possibili difficoltà di processo legate all’intero percorso decisionale, tecnico e realizzativo.

Il Tavolo continuerà nei prossimi mesi con l’approfondimento di questi temi; l’obiettivo è quello di sviluppare conoscenze, reti ed agevolare la creazione di eventuali filiere e proposte di mercato tra i Soci del Distretto, per riqualificare o costruire edifici sostenibili e di qualità.


Immagini