Servizi

Habitech è la principale società  in Italia per la consulenza nel settore dell'edilizia sostenibile, ed ha al suo attivo più di 70 progetti certificati tra LEED e BREEAM e decine di collaborazioni nel mondo Real Estate.

Le modalità sono quelle della trasformazione dei processi di gestione e della qualità dei prodotti mediante l’introduzione di sistemi di misura e certificazione ambientale e di certificazione dei soggetti (certificazione delle competenze).

Habitech offre servizi al mercato ed ai Soci per migliorarne il posizionamento e la performance sui mercati, perseguendo anche l'obiettivo di favorire lo sviluppo imprenditoriale attraverso il sostegno alla ricerca guidata dal mercato negli ambiti della sostenibilità ambientale.

  • Habitech ha introdotto per primo in Italia la Due Diligence di Sostenibilità come servizio complementare alle Due Diligence Tecniche, Immobiliari ed Ambientali.

    É un servizio che, per immobili in portafoglio o in acquisizione, risponde alle seguenti domande:

    • Puó essere certificato LEED EB:O&M o BREEAM In Use? Con quali interventi? Con quali costi? Con che ritorni?
    • É “future proof”? É in linea con le performance delle direttive EU riguardanti gli NEZB - Net Zero Energy Building?
    • I consumi reali sono in linea con quelli attesi?
    • Gli impianti operano alla massima efficienza possibile?
    • Il comportamento degli utenti é virtuoso?
    • Che impatto hanno cambiamenti climatici ed eventi meteo estremi?
    • Quali sono punti di forza, di debolezza, opportunitá e minacce?
  • ENERGY PERFORMANCE CONTRACT - E.P.C.

    Habitech ha all’attivo esperienze di ottimizzazione di performance energetiche sia di singoli edifici sia di interi patrimoni immobiliari al di fuori del protocolli volonotari di sostenibilità. Si tratta di attività di Energy Audit indipendenti, così come interventi di efficientamento tramite l’applicazione di Energy Performance Contract (EPC)con il supporto di Energy Service Company (E.S.Co.).

    Il patrimonio edilizio pubblico italiano rappresenta uno dei settori nei quali la riqualificazione energetica potrebbe dare più vantaggi, se non fosse per la difficile situazione economica in cui versano gli enti amministrativi.

    Le inefficienze energetiche dell’Edilizia Residenziale Pubblica sono oggi causa di costi di gestione e di fornitura energetica elevati, specialmente se considerati in proporzione ai canoni di locazione concessi. Tali alti costi sono dovuti in gran parte, oltre ad una componente comportamentale dell’utente, soprattutto all’età media del patrimonio in questione – raramente minore dei 30 anni – che si riflette anche su uno stato di conservazione non buono delle opere murarie e sull’obsolescenza degli impianti termomeccanici.

    Quello pubblico è il settore che ha maggiore interesse nell'applicare soluzioin innovative nei protocolli di efficientamento del proprio portfolio immobiliare: da un lato riducendo le spese di gestione del portafoglio immobiliare di sua proprietà, dall’altro generando esternalità positive sulla filiera. In questo senso, con il recepimento della Dir. 2012/27/UE con il D.Lgs 102/2014, si sono aperte nuove opportunità e nuovi orizzonti applicativi nel mercato dell’efficientamento energetico, sia nel settore della domanda sia dell’offerta di servizi. E in questo contesto l’applicazione dello strumento dell’EPC - Energy Performance Contract assume un ruolo chiave per rilanciare il settore della riqualificazione in ambiti di investimento notoriamente in difficoltà come il settore pubblico.

     

    PIANI D'AZIONE PER L'ENERGIA SOSTENIBILE (PAES)

    La Provincia di Trento ha avviato un procedimento virtuoso per il raggiungimento degli obiettivi imposti dall'Unione Europea all'interno del Pacchetto per il Clima e l'Energia 2020 *.

    Habitech è stata identificata dall’agenzia provinciale APIAE (Agenzia Provinciale per l’incentivazione delle attività economiche) come consulente per la verifica dei PAES dei Comuni trentini. Ad oggi sono circa settanta i PAES analizzati da Habitech tra cui quelli del Comune di Trento, Rovereto, Pergine, Arco.

    Lo scopo principale è quello di evidenziare gli aspetti positivi e criticità che possono rendere difficile l’approvazione dei Piani da parte del Joint Research Center - JRC o non permettere il raggiungimento dell’obiettivo di riduzione delle emissioni di anidride carbonica prefissato.

    Tra gli aspetti analizzati, la compatibilità delle Azioni ipotizzate nei PAES con quanto previsto dal Piano Energetico ed Ambientale Provinciale PEAP tra cui:

    • Obiettivo di risparmio energetico
    • Presenza di Azioni di Breve e Lungo Periodo
    • Attuabilità delle Azioni
    • Finanziamento delle Azioni
    • Quantificazione degli investimenti previsti
    • Criteri di eleggibilità previsti dal JRC.

    * L’Unione europea (UE) guida la lotta contro il cambiamento climatico e la ha adottata quale propria priorità massima. In particolare, l’UE si è impegnata a ridurre entro il 2020 le proprie emissioni totali almeno del 20% rispetto al 1990. Le autorità locali hanno un ruolo di primo piano nel raggiungimento degli obiettivi climatici ed energetici fissati dall’UE. Il Patto dei Sindaci è un’iniziativa per cui paesi, città e regioni si impegnano volontariamente a ridurre le proprie emissioni di CO2 oltre l’obiettivo del 20%. Questo impegno formale deve essere perseguito attuando dei Piani di Azione per l’Energia Sostenibile.

  • SERVIZI DI FORMAZIONE A SUPPORTO DELLE POLITICHE DI SOSTENIBILITA' ALLE IMPRESE

Giovedì, 02 Marzo 2017 - Ultima modifica: Lunedì, 04 Giugno 2018