Progetti finanziati

Habitech risulta essere un attore fondamentale nella partecipazione ai progetti europei e nazionali in quanto partner strategico grazie alla sua natura consorziata.

Habitech intende sviluppare nel prossimo triennio 2018-2020 per i progetti finanziati, non solo attraverso le call di Horizon 2020, ma anche attraverso altre fonti quali ad esempio Life, finanziamenti nazionali, Provinciali e Regionali. Habitech vuole avere un ruolo attivo nel coinvolgimento dei Soci in questi progetti, proponendosi sia come promotore, sia come coordinatore che come supporto ai singoli progetti.

  • STARDUST  - holiSTic And integRateD Urban model for Smart ciTies

    Il progetto STARDUST è un progetto finanziato dalla Commissione europea attraverso Horizon2020. Il consorzio è composto da 29 partner provenienti da 9 paesi diversi ed è coordinato da CENER.
    STARDUST funge da connettore intelligente che riunisce tre città europee "Lighthouse" ed i loro cittadini (Pamplona (ES), Tampere (FI) e Trento (IT)) con alcune città "Follower": Cluj-Napola (RU), Derry (UK) , Kozani (GR) e Litomerice (CZ).

    http://stardustproject.eu/

  • OptEEmAL - OPTimised Energy Efficient design platforM for refurbishment At district Level

    Il progetto ha come obiettivo lo sviluppo di una piattaforma di progettazione in grado di individuare le migliori soluzioni di ottimizzazione energetica per i lavori di ristrutturazione di quartieri ed edifici urbani. Il progetto OptEEmAL permetterà di offrire soluzioni economicamente vantaggiose per la progettazione efficiente di edifici e distretti e contribuirà a ridurre tempi di consegna e le incertezze dei risultati.

    www.opteemal-project.eu

  • RENEW SCHOOL - Sustainable school building renovation promoting timber prefabrication, indoor environment quality and active use of renewables

    Il progetto si concentra sulla riqualificazione di edifici scolastici e ha l'obiettivo di crearne benchmark dei sistemi utilizzati dai partner del progetto. Le analisi si concentreranno sulla valutazione delle tecnologie avanzate di ristrutturazioni eseguite con elementi prefabbricati, ventilazione, sistemi di raffreddamento passivi ed uso attivo delle fonti energetiche rinnovabili.

    www.renew-school.eu

  • SOUTHZEB - nZEB training in the Southern EU countries – Maintaining building traditions

    Con l’obiettivo di promuovere l’efficienza energetica nel settore edilizio attraverso l’adozione del concetto di edifici a energia quasi zero (edifici ad altissime prestazioni energetiche) in edifici nuovi o esistenti, il progetto SouthZEB sviluppa moduli di formazione rivolti a professionisti (Ingegneri, Architetti, Manager e Tecnici nel privato e nella Pubblica Amministrazione) nei paesi dell’Europa meridionale (Grecia, Cipro, Italia meridionale e Portogallo). I moduli formativi saranno sviluppati dai diversi partner del progetto nei Paesi target del Sud Europa (considerati meno avanzati rispetto ai progressi raggiunti da altri Paesi nell’ambito degli edifici ad energia quasi zero), facendo leva sull’esperienza e sul know-how sviluppato dai Paesi partner del progetto, considerati front-runner (Austria, Regno Unito, Italia del Nord).

    In questo modo, il progetto mira a realizzare le condizioni necessarie per l’attuazione degli obiettivi stabiliti dalla rettifica della EPBD (Energy Performance Building Directive, Direttiva 2010/31/UE) per quanto riguarda gli edifici a energia quasi zero.

    Il progetto vuole unire professionisti, decisori, educatori e organi  certificatori in una unica piattaforma di e-learning, da dove accedere a tutti materiali di formazione, gli strumenti di simulazione ed ai corsi a distanza.

    www.southzeb.eu

  • Il progetto “SHELL - Ecosistemi domestici condivisi ed interoperabili per ambienti di vita sostenibili, confortevoli e sicuri”, approvato dal MIUR, è stato avviato nei primi mesi del 2014 ed ha una durata di 36 mesi.

    SHELL ha l’obiettivo di proporre un’evoluzione dell’approccio domotico in grado di trasformare la casa in un insieme di ecosistemi condivisi ed interoperabili. L’implementazione di un substrato tecnologico che integri l’acquisizione di informazioni in ambiti diversificati e per loro natura multifunzionali (energy, comfort, safety & security management), è il “frame work di interoperabilità” alla base dello sviluppo del progetto.

  • Il "Made in Italy - Architettura della performance" è un progetto varato dal Ministero delle Sviluppo Economico – Industria 2015 – inerente l’area obiettivo “presidio strategico dei mercati”. Il progetto è iniziato a fine 2011 e, a seguito di una richiesta di proroga, dovuta principalmente alle difficoltà incontrate nel trovare una location estera per la costruzione del prototipo, il progetto finirà il 28 aprile 2017. Habitech è il soggetto Primo Proponente del progetto e collabora con 13 partner, 7 dei quali Soci del Distretto, di cui 8 aziende private e 5 centri di ricerca.

Martedì, 17 Aprile 2018 - Ultima modifica: Lunedì, 04 Giugno 2018