Nuovo accordo di collaborazione tra Habitech e Fraunhofer Italia

Habitech e Fraunhofer Italia hanno siglato l'intesa in occasione della Notte della Ricerca 2019 presso il NOI Techpark

La Lunga Notte della Ricerca 2019 presso il NOI Techpark di Bolzano non è stata solamente l’occasione per Fraunhofer Italia di presentare al pubblico i suoi nuovi progetti di ricerca, ma ha fatto anche da cornice alla sottoscrizione del nuovo accordo di collaborazione con Habitech - Distretto Tecnologico Trentino per l'Energia e l'Ambiente, che dal 2006 supporta la creazione di reti di impresa e filiere produttive specializzate nei settori dell'edilizia sostenibile, dell'efficienza energetica e della mobilità intelligente.

«Con oggi le nostre due realtà gettano le basi per lo sviluppo di progetti comuni che mirino a sostenere l’innovazione e la sostenibilità nel settore edilizio della nostra regione» - ha dichiarato Prof. Dominik Matt, Direttore di Fraunhofer Italia.

Due istituzioni, Fraunhofer Italia e Habitech, che hanno riconosciuto l’una nell’altra caratteristiche simili. Primo fra tutti la mission, molto incentrata a spronare le imprese al cambiamento.

Nel progetto Klimakit ad esempio, i ricercatori dell’istituto di Bolzano puntano a rivoluzionare il mercato della riqualificazione energetica degli edifici in Alto Adige grazie ad un approccio olistico che coinvolge inquilini, progettisti e settore pubblico.

Habitech, partendo dalle certificazioni di sostenibilità come LEED e Breeam, ha sviluppato strumenti e metodi di modellazione energetica, Commissioning, Life Cycle Assessment: diffonderne l’uso sia presso i propri Soci sia sul mercato degli operatori dell’edilizia fa parte della mission aziendale.

Oltre alla visione, Habitech e Fraunhofer Italia condividono gli ambiti di azione, in particolare proprio per quanto riguarda la ricerca e lo sviluppo di processi innovativi e sostenibili applicati all’edilizia. L’azione comune su questi temi si auspica possa essere molto efficace sia a livello locale sia a livello nazionale e internazionale.

In che modo potranno quindi le imprese beneficiare di questo accordo in maniera concreta? Lo spiega in breve il Presidente di Habitech, Marco Giglioli - «Il nostro obiettivo comune è quello di realizzare diverse iniziative partendo dalla condivisione delle competenze: da progetti co-finanziati da fondi pubblici locali ed internazionali, alla promozione di attività di formazione e diffusione dei nostri rispettivi know-how sul territorio».

L’accordo avrà una durata iniziale di due anni, nei quali il settore edilizio della regione potrà contare su una solida alleanza per compiere passi importanti verso il futuro.


Immagini

Lunedì, 30 Settembre 2019