Aperto il bando URBACT III per la creazione di 23 Action Planning Networks

Gli Action Planning Networks sono costituiti da città che condividono problematiche comuni a livello urbano e che mirano a elaborare piani d’azione integrati al fine di superare le problematiche individuate e a sperimentare soluzioni su piccola scala.

Lo scambio e l'apprendimento reciproco saranno al centro delle attività delle reti costituite per migliorare le politiche locali attraverso un processo di pianificazione condiviso.

La call riguarda i 10 obiettivi tematici della Politica di Coesione europea, pertanto le reti proposte potranno incentrarsi su:

  1. Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione
  2. Migliorare l'accesso e l’utilizzo di ICT di qualità
  3. Promuovere la competitività delle PMI
  4. Sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori
  5. Promuovere l’adattamento al cambiamento climatico, la prevenzione e la gestione dei rischi
  6. Proteggere l'ambiente e promuovere l'uso efficiente delle risorse
  7. Promuovere trasporti sostenibili ed eliminare le strozzature nelle reti infrastrutturali chiave
  8. Promuovere l’occupazione e sostenere la mobilità dei lavoratori
  9. Promuovere l’inclusione sociale, combattere la povertà
  10. Investire nell’istruzione, nelle competenze e nell’apprendimento permanente attraverso lo sviluppo di infrastrutture di istruzione e formazione

Possono partecipare 2 categorie di beneficiari:

  • city partners: città (intese come città, comuni, aree metropolitane, distretti, agenzie pubbliche o semi-pubbliche istituite dalle autorità locali) dei 28 paesi UE, Norvegia e Svizzera senza limite di popolazione;
  • non-city partners: autorità provinciali, regionali e nazionali, università e centri di ricerca nell’ambito delle politiche urbane. Questi devono essere enti pubblici o public-equivalent.

Il Network dovrà essere coordinato da un city partner. Il partenariato deve essere costituito da minimo 7, massimo 10 partner localizzati negli Stati membri e Paesi partner. Esso può comprendere al massimo 2 non-city partner e deve includere un numero minimo di città delle regioni meno sviluppate che varia a seconda della dimensione del partenariato.

Gli Action Planning Networks sono strutturati in 2 fasi per una durata complessiva di 30 mesi:

  • Fase 1: sviluppo dettagliato delle attività di networking (6 mesi)
  • Fase 2: implementazione delle attività di networking (24 mesi)

I Network approvati in fase 1 dovranno comunque ripresentare una nuova candidatura per la valutazione e l’eventuale passaggio alla fase 2.

Il bando sosterrà la creazione di 23 Action Planning Networks. Il budget massimo per un Network comprensivo delle 2 fasi ammonta a 750.000 euro. Il budget per la fase 1 non può superare i 150.000 euro.

Il tasso di cofinanziamento del FESR è del 70% per i partner provenienti dalle regioni più sviluppate e dell’85% per i partner provenienti dalle regioni meno sviluppate e in transizione. Inoltre: i partner svizzeri sono cofinanziati al 50% da fondi nazionali; i partner norvegesi partecipano a proprie spese; i partner con sede nel Regno Unito saranno soggetti ai risultati delle negoziazioni per la Brexit.

Di cosa si occupa il programma URBACT?

URBACT è il programma Europeo di Cooperazione per lo sviluppo urbano sostenibile. E’ il programma di Cooperazione Territoriale che dal 2002 favorisce lo sviluppo urbano sostenibile ed integrato in tutti i paesi dell’Unione Europea, nonché in Svizzera e Norvegia. URBACT è uno strumento della politica di coesione co-finanziato dalla Commissione Europea attraverso il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR) e dai Paesi membri e partner dell’Unione europea.

Il Programma di cooperazione URBACT III è stato adottato dalla Commissione europea il 12 dicembre 2014. 

L’obiettivo generale del programma è di permettere alle città di lavorare insieme e di sviluppare soluzioni integrate per rispondere alle sfide comuni. Nelle reti URBACT le città condividono esperienze ed imparano l’una dall’altra, sviluppano linee guida e trasferiscono buone pratiche per valorizzare le proprie politiche urbane.

Dopo URBACT I e II, URBACT III continuerà la sua azione contribuendo alla realizzazione della strategia Europa 2020, per uno sviluppo intelligente, sostenibile ed inclusivo, perseguendo l’Obiettivo Tematico 11 della Politica di coesione dell’UE di Rafforzare la capacità istituzionale ed efficienza nella pubblica amministrazione.

URBACT III è articolato in 2 Assi prioritari di cui il primo e più consistente dedicato alla Promozione dello sviluppo sostenibile ed il secondo di assistenza tecnica

Sito ufficiale del programma URBACT

Venerdì, 11 Gennaio 2019